top of page
  • Immagine del redattoreTeam gattostizzito

6/04/2023 Giornata mondiale dello sport

Oggi è la Giornata mondiale dello sport; questa ricorrenza viene celebrata ogni anno in tutto il mondo in memoria della data di inizio dei primi Giochi Olimpici dell’era moderna nel 1896 che si sono svolti ad Atene. Lo scopo della celebrazione è contribuire ad accrescere la consapevolezza del ruolo svolto dallo sport nella vita di ciascun individuo e nelle comunità.

Lo sport è un potente strumento sociale di sviluppo e integrazione, capace di diffondere ideali e valori fondamentali come solidarietà, nonviolenza, tolleranza e giustizia.


Il progetto gattostizzito è un progetto sociale che si impegna a sensibilizzare i minori alla nonviolenza in ogni sua forma, sia essa fisica che psicologica o verbale.


Quest’anno, tra le iniziative in corso a sostegno del progetto, ci siamo rivolti con una prima edizione anche alle istituzioni sportive del territorio, poiché esse rappresentano un ambito fondamentale di socializzazione secondaria per la crescita dell’individuo; oltre alle principali federazioni sportive nazionali, ottenendo sin da subito il patrocinio della Federazione italiana Badminton (FIBa) oltre alla lettera di encomio da parte del Presidente della Federazione italiana degli sport equestri (FISE).

Già in età infantile infatti lo sport assume un’importanza rilevante nella formazione dei giovani; è uno strumento di inclusione, di supporto alla crescita cognitiva e incoraggia l’incontro col prossimo.


L’attività sportiva riproduce su un piano simbolico la realtà della vita, che è fatta di tanti aspetti, tra i quali anche la responsabilità e il rispetto dell’altro.


Il nostro impegno in questo ambito è quello di aiutare i giovani a fare una scelta più consapevole nella loro disciplina sportiva così come nella vita, adottando comportamenti più costruttivi per fronteggiare tutte le situazioni.


L’iniziativa gattostizzito dedicata alle istituzioni sportive si intitola “Uno scatto per la nonviolenza” e invita, ogni gruppo o partecipante in forma individuale, a scattare un'immagine fotografica che esprima il proprio concetto di nonviolenza. Il fine è quello di generare un dibattito nel gruppo sportivo, ma anche in famiglia, sul tema della nonviolenza.

Gli educatori, istruttori e allenatori, sono figure chiave di questo percorso educativo poiché da interpreti del mondo dello sport sono anche educatori di responsabilità personale e sociale: un bambino che cresce compiendo atti di violenza, di bullismo e prevaricanti, potrebbe continuare nella sua azione distruttiva anche in età adulta, sfogando la sua aggressività sugli altri.


Con il nostro progetto sociale ci siamo prefissati il compito di trasferire ai giovani gli strumenti per gestire la propria parte istintuale senza sfogarla, per prendere così le decisioni migliori e perseguire il proprio impegno con grinta e coraggio senza utilizzare la violenza come risposta. L’aggressività, canalizzata in una direzione strategica e funzionale, diventa una spinta al raggiungimento dei propri obiettivi senza un sentimento violento o ostile di prevaricazione.


Come vuole dimostrare il simbolo del progetto, un "gatto stizzito" colto nel gesto di inarcare la schiena prima di attaccare, promuoviamo il diritto a “stizzirci” davanti a maltrattamenti, soprusi e prepotenza, ma invitiamo a non superare quella linea sottile tra la libertà di fronteggiare situazioni negative in maniera consapevole e l’uso della violenza, che è invece un comportamento distruttivo per sé stessi, per l’altro e per la società stessa.

La nostra speranza è quella di arrivare, tramite le nostre numerose iniziative, a sempre più giovani uniti nella costruzione di una società basata sul rispetto e sulla nonviolenza.


Team gattostizzito


53 visualizzazioni

Post recenti

コメント


bottom of page